Pressacavi: sappiamo cosa sono?

Molti amano fare bricolage: per tante persone è un hobby rilassante, che dà loro la soddisfazione di avere costruito qualcosa con le proprie mani, oppure di avere riparato un oggetto che non funzionava più recuperandolo interamente. Ma tutti, prima o poi, si trovano a DOVER fare del piccolo bricolage, non foss’altro per una riparazione necessaria ma che non vale la spesa derivante dal far intervenire un professionista. Purtroppo questo porta a dover spesso operare in campi dove non si è molto ferrati, e nemmeno si conosce l’ABC: ne è un esempio tipico la riparazione di strumenti elettrici, a cui tanto spesso rinunciamo. Proviamo invece a conoscere oggi un elemento minuscolo, ma fondamentale degli impianti elettrici: magari ci invoglierà a scoprire qualcosa di più, e a poterci occupare, la prossima volta, di quell’abat-jour che proprio non vuole funzionare.

Stiamo parlando dei pressacavi. Non li conoscete? È normale: in moltissimi, su un vassoio pieno di minuteria metallica e componenti elettrici, non saprebbero indicarli. Si tratta di piccole componenti di forma circolare, che svolgono l’importante funzione di sigillare il cavo elettrico nel punto in cui si connette al dispositivo che alimenta, come un motore o una pompa. Sono usati in tutto il Mondo, perché più convenienti di molti altri tipi di connettore: essendo applicati negli ambiti più diversi, vengono costruiti in materiali diversissimi, che spaziano dal tradizionale metallo, come il rame, l’acciaio o anche l’ottone, a materie plastiche come Nylon o poliestere; talvolta le due tipologie di materiale vengono addirittura abbinate.

La ragione dietro questa straordinaria diffusione sta nei tre fondamentali benefici che derivano dall’utilizzo dei pressacavi, e che sono i seguenti:

– Protezione dagli elementi esterni: fungendo da sigillo, il pressacavi impedisce a polvere ed umidità di infilarsi nel dispositivo e danneggiarlo;

– Semplificazione della connessione e della disconnessione, poiché tutti i cavi sono riuniti in un unico connettore robusto;

– Schermatura dai campi elettromagnetici e dalle onde radio, e in casi particolari anche dalle fiamme e dalle esplosioni, con conseguente incremento della sicurezza.

Per maggiori informazioni sui moderni pressacavi vai sul sito di grgstampi.