Plastica per il packaging dei cosmetici

Il settore del packaging, regolato da leggi apposite, prevede l’uso di diversi tipi di plastica per contenere i cosmetici, dai tappi in plastica (potete scoprirne molti modelli sul sito di GRG) fino al barattolo di contenimento.

Nonostante i diversi modi di contenimento dei cosmetici, la sostanza usata, ad eccezione dei profumi per cui si usa il vetro, è la plastica, in diversi formati.

Anche se può non sembrare, tutti i tipi di packaging per i cosmetici, compresi i vasetti per le creme, sono costituiti da polietilene, polipropilene o polivinilcloruro.

Si tratta in ogni caso di materiale inerte che non interagisce chimicamente o fisicamente con il contenuto, per questo definito “inerte”.

Il vantaggio nell’uso delle plastiche in questo campo è dovuto a diversi fattori. Il primo è sicuramente la duttilità cosa che la rende materiale estremamente economico nella realizzazione pratica.

Il secondo fattore, è la riciclabilità. Se è vero che la plastica è praticamente indistruttibile, cosa che le conferisce un alto potenziale inquinante, è questa stessa caratteristica a renderla la materia più riciclabile in assoluto.

I diversi tipi di plastica utilizzati nel settore cosmetico sono sostanzialmente quattro.

HDPE o High Density Polietilene.
Molto duro e vetroso, una volta lavorato, è adatto per la produzione di contenitori rigidi (tipo vasetti).

PP o Polipropilene.
Meno rigido del precedente, ben malleabile, ha un ottimo coefficiente di isolamento elettrico.

PVC o Polivinilcloruro
Più rigido del PP ma meno dell’HDPE, è la comune plastica, usata nel confezionamento ad esempio dei sacchetti del supermercato ora non più legali.

PETG o Polietilene Glicole modificato
Una forma totalmente amorfa di polietilene particolarmente indicato per lavorazioni che richiedono particolare duttilità.

Si tratta comunque sempre di plastica per la cui lavorazione si usano macchine dedicate che lavorano la materia prima con diverse procedure, a seconda del risultato che si vuole ottenere (per estrusione nel caso dei tubetti o il soffiaggio, ad esempio, e altri sistemi).

Lo stesso materiale può essere trattato in molti modi diversi e questo è un enorme vantaggio in quanto consente di acquistarne quantità importanti senza dover tenere troppo conto dell’uso finale, cosa che consente quindi economie di scale che ne abbassano moltissimo il prezzo di vendita.