Rifiuti speciali: come comportarsi

Per rifiuti speciali si intende i rifiuti prodotti dalle attività industriali. Il loro smaltimento non è un argomento facile da affrontare poiché si tratta di rifiuti che possono risultare nocivi e altamente inquinanti. Individuiamo i principali:

  • Rifiuti di attività agricole

  • Rifiuti di industrie

  • Rifiuti delle attività di servizi

  • Rifiuti produzione tessile

  • Prodotti di scarto chimici

  • Olii e solventi

  • Prodotti di attività sanitarie

 

Come stabilire la pericolosità?

Prima di tutto bisogna individuare le sostanze presenti nel rifiuto ed analizzarne gli effetti che possono causare. Il confronto delle sostanze pericolose deve avvenire con l ‘elenco Europeo di sostanze considerate tali. Ovviamente, oltre alla tipologia di sostanze, bisogna considerare anche la quantità in cui esse sono presenti e la possibilità che con il passare di un anno possano aumentare gli effetti negativi che causano. Non tutti i rifiuti speciali infatti hanno lo stesso impatto sull'ambiente, ognuno di loro ha carattestiche e conseguenze differenti. L'importante è quindi smaltire questa tipologia di rifiuti nel modo corretto. Vediamo insieme qual'è il processo di smaltimento.

Il processo per rifiuti speciali

L’attuale normativa impone ai produttori di occuparsi dell’affidamento a aziende specializzate entro un anno, a prescindere dalla quantità e dalla pericolosità. Ovviamente il mancato rispetto della normativa porta a pesanti sanzioni.
Negli ultimi anni è diminuita la quantità di rifiuti speciali anche per via della crisi economica che ha diminuito la produzione. Tuttavia, lo smaltimento risulta comunque un processo da affrontare in maniera responsabile, data la pericolosità di alcuni di questi rifiuti. A differenza dai rifiuti urbani, prodotti dalle famiglie, essi non sono gestiti dalla pubblica amministrazione bensì devono essere affidati a imprese specializzate che seguano procedure ben specifiche per il loro smaltimento.
Sono molteplici le fasi di cui queste aziende devono occuparsi responsabilmente.

  1. Raccolta e trasporto: sono attività finalizzate al mantenimento degli standard di pulizia e dello spostamento dei rifiuti in luoghi adatti.

  2. Trattamento: processi mirati a favorirne lo smaltimento o il recupero.

  3. Smaltimento: processo che elimina il rifiuto e gli effetti che può causare.

Ovviamente con l’alta crescita tecnologica degli ultimi anni stanno migliorando notevolmente e velocemente i sistemi di smaltimento. Della maggior parte dei rifiuti speciali del centro Italia si occupa Nieco (nieco.it), un’azienda che con molta cura si occupa della pianificazione e dell’esecuzione dei processi di smaltimento dei rifiuti